Nebojša Despotović, Silent fracture, 2014, Installation view, Boccanera Gallery Trento

Nebojša Despotović
Silent fracture

L’imminente mostra di Nebojša Despotović alla Galleria Boccanera è contemporaneamente una prosecuzione e una frattura della ricerca sugli aspetti formali e concettuali della pittura su cui l’autore si è concentrato durante il suo percorso artistico. Mentre in The Velvet Glove (2010), la sua precedente mostra nel medesimo spazio, Despotović si era confrontato con soggetti infantili, esterni e colori vibranti, Silent Fracture presenta una maggiore maturità, con tutte le contraddizioni che essa implica soggetti più maturi, quasi mistici e oscuri interni, sono l’effetto di una riflessione sulla sua esperienza personale, oltre che una ricerca sulla forma per il raggiungimento di soluzioni più astratte nella sua ricerca visuale.

Silent Fracture può essere interpretata come una metafora degli aspetti culturali dell’identità artistica di Despotović — un artista che è stato, a causa delle sue origini, etichettato come Est Europeo, ma che ha effettivamente acquisito la sua educazione formale in Italia ed attualmente risiede a Berlino. Essendo distaccato dal contesto culturale della sua formazione, Despotović è portato ad investigare un territorio specifico che appunto è il risultato di queste fratture (dal testo di Maja Ćirić).

Correda l’esposizione un catalogo bilingue (ita/eng) con il testo della curatrice Maja Ćirić e le immagini dei lavori esposti.

Nato a Belgrado (SRB) nel 1982. Vive e lavora a Berlino. Nel 2006 si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia e nel 2011, presso lo stesso istituto, si laurea in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo. Nel 2011 è stato in residenza presso la Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia ed è stato invitato alla 54. Biennale di Venezia presso la sezione dell’Arsenale dedicata alle Accademie. Nel 2012 vince il premio Euromobil under 30 ad Arte Fiera Bologna e il Mango Young Artist Award a SWAB Barcellona.

The incoming exhibition by Nebojša Despotović at Boccanera Gallery is simultaneously a continuation and a fracture of the investigation into both formal and conceptual aspects of painting, that the author has been preoccupied with during his artistic trajectory. While in The Velvet Glove (2010), his previous exhibition at the same space, Despotović was dealing with infant subjects, outdoors and vibrant colors, Silent Fracture presents a certain maturity, with all contradictions it embodies. Mature, almost mystique subjects and darker enclosed interiors are an effect of the meditation on the personal experience, as well as an investigation of its form in terms of reaching more abstract solutions in his visual regime.

Silent Fracture can be understood as a metaphor of the cultural aspects of Despotović’s artistic identity — an artist who has been, due to his origin, labeled as Eastern European, has actually acquired his formal education in Italy, and is currently based in Berlin. Being detached from the cultural contexts of his formation, Despotović is inspired by specific niche that is a result of these fractures (from the the text by Maja Ćirić).

Released for the opening the exhibition catalogue, in Italian and English, with the curator essays and the works’ on show images.

Born in Belgrade (SRB) in 1982. Lives and works in Berlin, Germany. In 2006 he obtained a bachelor degree in painting at Accademia di Belle Arti di Venezia and in 2011 he graduated in Visual Arts and Discipline of Spectacle at Accademia di Belle Arti di Venezia. In 2011 he moved to Venice as artist in residence at the ateliers of Bevilacqua La Masa Foundation and has been inviated at the 54. International Art Exhibition – Venice Biennale / Arsenal – Accademy of Fine Arts. In 2012 he won the Euromobil Under 30 prize at Artefiera Bologna and the Mango Young Artist Award of Swab in Barcellona.

Dates
08.02.2014 – 10.05.2014


Location
Boccanera Gallery
Via Milano 128
Trento


Artist
Nebojša Despotović



Installation view and Artworks