Andrea Fontanari The monumental ordinary: la monumentalizzazione dell’ordinario

A cura di / Curated by Giorgia Lucchi Boccanera and Mariano Pichler

Il giovane artista trentino Andrea Fontanari espone le sue opere di grande formato alla sua seconda mostra personale a Trento presso gli spazi di Boccanera Gallery.

Boccanera Gallery presenta The monumental ordinary, la nuova mostra personale dell’artista
trentino Andrea Fontanari.
L’esposizione sarà visitabile presso gli spazi di Boccanera Gallery a Trento dal 5 marzo 2024 all’11 maggio 2024.
In occasione della mostra è stato coinvolto l’architetto Mariano Pichler per dare concretezza alla singolare idea della gallerista Giorgia Lucchi Boccanera, e quindi assieme hanno progettato un allestimento originale quanto insolito, del tutto inedito all’interno dello spazio della sua galleria.
La sistemazione dell’area espositiva è caratterizzata dalla giustapposizione di grandi dipinti su tela che formano delle architetture semichiuse interagenti con l’ambiente, percorribili e fruibili da diversi punti di vista. Tali spazi, realizzati dalle opere stesse che fungono da pareti, ospitano al proprio interno dei lavori di piccolo formato, con l’intento di far comprendere allo spettatore quanto l’artista si senta a proprio agio nell’esprimersi pittoricamente, senza farsi condizionare dalle dimensioni della tela.
La produzione di Fontanari è caratterizzata dalla monumentalizzazione dell’ordinario. Con ciò si intende che i soggetti e gli oggetti rappresentati sono tratti dalla quotidianità dell’artista e da quella altrui, questi vengono in seguito riportati su tela, spettacolarizzati e nobilitati a protagonisti assoluti
della scena.
Dal punto di vista pittorico Fontanari predilige uno stile energico e vitale, volto a valorizzare
visivamente gran parte degli elementi compositivi, mentre l’intersecarsi delle pennellate, spesso vigorose, contribuisce a costruire plasticamente le figure.
La ricerca pittorico-figurativa dell’artista fa trasparire una vivacità visiva, che nasce dall’intenzione di cogliere ogni curiosa sfaccettatura dell’ordinario. Questo approccio alla quotidianità di Fontanari vuole sottolineare come abitualmente si dia per scontata, in maniera inconsapevole, la reale essenza intrinseca delle cose che ci circondano, abitano il nostro mondo e lo rendono potenzialmente un’immensa fonte di stimoli, gioia e speranza.
The monumental ordinary raccoglie lavori di grandi e piccole dimensioni, installati in maniera
inusuale creando così degli spazi percorribili; un modo per enfatizzare ciò che rappresento nei
dipinti in termini di pubblico rispetto a privato, di intimità reale rispetto a intimità performata e del nostro desiderio collettivo di seguire ed essere parte dei momenti intimi degli altri. Per me si tratta di aiutare lo spettatore a entrare in empatia con il soggetto e a pensare a come ci si sente ad essere il soggetto/oggetto. Qual è la nostra parte in questo? Cosa ne ricaviamo? Cosa significa la nostra partecipazione? Amo la storia della pittura, ma più di tutto amo dipingere la mia vita e ciò che mi circonda, volevo farlo in un modo che fosse consapevole di sé e rendesse consapevole di sé lo spettatore.” – così l’artista spiega le sue opere e l’originalità dell’installazione della gallerista
Giorgia Lucchi Boccanera.



The young artist from Trentino, Andrea Fontanari, exhibits his large-format works at his second solo exhibition in Trento at the Boccanera Gallery.

Boccanera Gallery presents The monumental ordinary, the new solo exhibition of the Trentino artist Andrea Fontanari.
The expo will be open at the Boccanera Gallery in Trento from March 2024 to May 2024.
On the occasion, the architect Mariano Pichler was involved to give substance to the unique idea of the gallery owner Giorgia Lucchi Boccanera, and so togheter they have designed an original and unusual setting, completely new inside the space of her gallery.

The layout of the exhibition area is characterized by the combination of large paintings on canvas that are forming semi-closed architectures interacting with the environment, which are accesible
and usable from different points of view. These spaces, created by the works themselves that act as walls, host inside other works of smaller size, with the intent to make the viewer understand how the artist feels comfortable in expressing himself pictorially, without being conditioned by the size of the canvas.

Fontanari’s production is characterized by the monumentalization of the ordinary. This means that the subjects and objects represented are taken from the artist’s and not only, daily life . These objects are later brought back on canvas, spectacularized and ennobled to be the absolute protagonists of the scene.
From a pictorial point of view Fontanari prefers an energetic and vital style, aimed at visually enhancing most of the compositional elements, while the intersection of brushstrokes, often
vigorous, contributes to the plastic construction of the figures.
The artist’s pictorial-figurative research reveals a visual vivacity, born from the intention to capture every curious point of view of the ordinary.
The approach to the daily life of Fontanari wants to underline how usually we take for granted, in an unconscious way, the real inner essence of the things that surround us, inhabit our world and make it potentially an immense source of motivation, joy and hope.
The monumental ordinary collects large and small works, installed in an unusual way creating walkable spaces; a way to emphasize what I represent in paintings in terms of public vs private, real intimacy compared to performance intimacy with our collective desire to follow and be part of the intimate moments of others. In my view it’s about helping the observer empathize with the subject and think about what it feels like to be the subject/object. What’s our part in this? What do we get out of it? What does our participation mean? I love the history of painting, but most of all I love to paint my life and what surrounds me, I wanted to do it in a way that was self-conscious and made the viewer aware of himself.” – That’s how the artist explains his works and the originality of the installation by the gallerist Giorgia Lucchi Boccanera.

Dates

Opening 02.03.2024
5 pm – 8 pm

05.03.2024 –
11.05.2024


Location
Boccanera Gallery Trento
Via Alto Adige 176
Trento


Artist
Andrea Fontanari