Linda Carrara, “Still-Life”, vidéo, 11’43’’

Linda Carrara and others
Ma patience à des limites

Incentrata su una proposta del pittore francese Hervé Ic, la mostra Ma patience à des limites si propone di approfondire l’interessante concetto di “natura morta”. Natura morta però che non dovrebbe essere intesa qui classicamente, vale a dire come la ri-presentazione di un oggetto inanimato, bensì nella sua versione 2.0, eminentemente contemporanea, che interessano quindici artisti. Un genere pittorico da considerare come “cornice, spazio e tempo limitati, dimensione dell’opera, pensiero visibile, coscienza che cerca di cogliere se stessa con artifici vari, medium riflessivo, strumento di rappresentazione: una funzione cognitiva”. Insomma, non più l’oggetto o l’immagine dell’oggetto ma la pittura stessa come “soggetto e medium della propria rappresentazione”. Tutto attraverso un movimento di riappropriazione di sé. L’esercizio può essere cerebrale, non manca di profondità, gioia e sensualità. Prendiamo la misura contro il lavoro di un Frédéric Léglise. Questo nativo di Nantes, nato nel 1972, dispiega un quadro paradossale in cui l’essere umano è ridotto al rango dell’oggetto. Uno strano capovolgimento di prospettiva che conferisce al primo l’immortalità e al secondo un’anima. Stesso tipo di dimostrazione a Hervé Ic, che pratica l’arte del “remake”. Sotto il suo pennello, questo non ha più nulla di un “ramo morto, senza uscita né feticista, di modernità”, è d’ora in poi da considerare alla maniera di “una linfa, un trofismo inevitabile e non riconosciuto”. Still Life fa anche una deviazione attraverso le libere e piacevoli associazioni dell’eccellente pittore belga Walter Swennen. È difficile non colpire: la natura morta non fa rima con la pittura fissa.

Artisti: Thomas Agrinier, Damien De Lepeleire, Céline Berger, Fabien Boitard, Linda Carrara, Hervé Ic, Pierre Lefebvre, Frédéric Léglise, Thomas Lévy-Lasne, Frédéric Liver, Nazanin Pouyandeh, Aurélie Salavert, Walter Swennen, Jan van Imschoot, Cristof Yvoré et deux anonymes XIXème.

Dates
06.02.2015 – 14.03.2015


Location
duboisfriedland Gallery
Rue Souveraine, 97
Bruxelles BE


Our Artist
Linda Carrara